COME PASSARE DAL PANNOLINO AL VASINO

Ciao a tutte,
oggi vi parlo del pannolino e di come toglierlo in poco tempo con piccoli accorgimenti, senza drammi, basta dotarsi di tempo e pazienza.
Come passare dal pannolino al vasino ( Consigli utili per Mamma e Papà ) bambinimamme.blogspot.it
L’estate è sicuramente il momento ideale per intraprendere questa “esperienza”, si avete capito bene “esperienza”, perché se vissuta con lo spirito giusto sarà gratificante e sarete ripagati del tempo speso, condividendo le conquiste di vostro figlio.
Dobbiamo entrare nell’ottica che tutto quello che a
noi può sembrare facile e scontato, per loro è nuovo e da scoprire.
Quindi gioiamo con loro delle piccole conquiste di tutti i giorni…
Torniamo al pannolino, l’età giusta per passare al vasino è nel periodo che va dai 18 ai 24 mesi, anche se, come in tutte le cose della vita, ogni bambino ha i suoi tempi.
Primavera ed estate, vi dicevo, sono i periodi migliori perché il bambino indossa vestiti leggeri (meno lavatrici e tempi brevi per l’asciugatura) e in casa può stare anche nudo, in questo modo imparerà che sentirsi bagnato e sporco non è una bella sensazione, oltretutto non c’è rischio di malanni.
In linea di massima potete iniziare nel momento in cui riuscite a stabilire una comunicazione verbale con vostro figlio, quindi quando capisce quello che dite e vi fa capire cosa vuole.
Come passare dal pannolino al vasino ( Consigli utili per Mamma e Papà ) bambinimamme.blogspot.it
Una volta presa la decisione di togliere il pannolino non ci devono essere ripensamenti, lo confonderebbero, armatevi di pazienza (sicuramente all’inizio andrà cambiato spesso e dovrete raccogliere pipì in giro per casa). Il pannolino va tolto inizialmente durante il giorno, per la notte ci vorrà più tempo, quando usciamo di casa possono essere utili i pannolini mutandina, ma cercate di non abusarne.
Ci sono alcuni atteggiamenti che di solito i bambini compiono nel momento dei bisogni come, portarsi le mani ai genitali, arrossire per lo sforzo o fermarsi in un angolo per un po’ di tempo.
Questi segnali vanno colti, bisogna possibilmente posizionare il vasino nel bagno, perché i bambini tendono ad imitare gli adulti e i fratellini maggiori, quindi risulterà più semplice per loro vedere che anche la mamma compie lo stesso gesto.
Alcuni scelgono di passare direttamente ai riduttori per il water, se prendere questa strada ricordate di procurarvi anche una pedana antiscivolo che gli consenta di sedersi comodamente e appoggiare i piedi (ne troverete di simpatiche da IKEA).
Come passare dal pannolino al vasino ( Consigli utili per Mamma e Papà ) bambinimamme.blogspot.itE’ importante spiegare a nostro figlio quello che sta accadendo, con dolcezza e senza mai sgridarlo, per i primi fallimenti che ci saranno, elogiandolo con enfasi (molta) quando riuscirà nell’intento. Chiedetegli spesso se vuole fare pipì o cacca, proponendogli magari un libro o un giochino mentre è seduto, difficilmente all’inizio lascerà il gioco per andare in bagno.
I primi tempi fatelo sedere anche una volta ogni ora ma non più di 10 minuti, non è una sediolina ma un vasino….
Per esperienza personale vi assicuro che se vivrete la cosa con tranquillità, il bambino lo percepirà e anche per lui non sarà difficile e traumatico. Non c’è un tempo prestabilito per questo passaggio, io ci sono riuscita in circa dieci giorni, ma molte mamme con cui mi sono confrontata hanno impiegato anche diverse settimane, quindi niente ansia, prima o poi ci riuscirà.
In questo periodo ricordatevi di coprire lettino, divani, passeggino e seggiolini con teli assorbenti, stando attenti, dove possibile a togliere i tappeti.
Un ultimo consiglio, soprattutto nei primi giorni, aiutatevi con l’alimentazione, ricordare che la stipsi renderebbe più difficoltoso il passaggio al vasino.


Un bacione a tutte alla prossima….